un luogo dove si parla di un po’ di cose…

Choose Your Own Adventure: House of Danger. Si torna a scegliere la strada del pericolo.

C

Sono settimane che abbiamo incubi ricorrenti. Come aspirante detective ed investigatore psichico, senti che queste visioni potrebbero essere importanti. Decidi quindi di approfondire la questione e risolvere il mistero che si cela dietro queste percezioni.

Chi ha qualche anno in più sulle spalle ed è – o è stato – appassionato di giochi di ruolo e da tavolo, ricorderà sicuramente una serie di libri game dal titolo Choose Your Own Adventure. Ideata da Edward Packard e R. A. Montgomery fu pubblicata tra il 1978 ed il 1998 per un totale di 184 uscite, arrivò anche in Italia con il titolo di Scegli la tua Avventura edita da Mondadori, che ne pubblico solo una trentina. Uno dei titoli più famosi della serie fu House of Danger, del 1982, quindicesimo titolo ad essere pubblicato. Z-Man Games ha ora pubblicato una versione da tavolo di questo famoso libro game: sarà riuscita a ricreare le stesse atmosfere del titolo originale?
In House of Danger, assumeremo il ruolo di un detective che decide di indagare sulla strana scomparsa del proprietario della vecchia residenza Marsden, certo di potere svelare il mistero che si cela dietro al misterioso evento, risolvendo così il caso.
I giocatori si avventureranno all’interno dell’oscura magione, affrontando prove e sfide di vario genere, un’impresa pericolosa per raggiungere uno dei vari finali possibili.

House of Danger può essere giocato da uno a otto persone, anche se virtualmente non c’è nulla che impedisca ad un numero maggiore di giocatori di prendere parte ad una partita. Tuttavia, la struttura del gioco e l’abbondante testo ricordano molto una versione da tavolo di un libro game della serie Choose Your Own Adventure, motivo per cui il miglior modo per godersi l’esperienza è giocare in solitario.
Nella scatola troviamo 1 regolamento, 160 Story Cards (Carte Storia), 129 Clue Cards (Carte Indizio), 1 tavolo di gioco, 1 dado a sei facce e 2 segnalini, 1per l’abilità psichica (Psychic Scale) e 1 per il pericolo (Danger Meter).

Diviso in cinque capitoli, il gioco è molto più simile al libro game d’origine che ad un gioco da tavolo. Si dovranno infatti leggere le Carte Storia al termine delle quale verrà chiesto di effettuare una scelta che indirizzerà alla carta successiva, esattamente come se stessimo leggendo i paragrafi di un libro game. Le carte permettono di muoversi molto agevolmente da una all’altra, cosa che renderà tutto molto fluido e non ci farà mai sentire “smarriti” durante la partita.
Ogni capitolo ha la propria storia, i suoi indizi ed il proprio obiettivo, tuttavia alcuni elementi potranno essere “trasportati” da un capitolo precedente a quelli successivi.
Durante ogni partita dovremo tenere conto di due fattori: il livello della nostra abilità psichica (Psychic Scale) e quello del pericolo (Danger Meter). Quest’ultimo influirà direttamente sulla difficoltà del lancio del dado a sei facce (D6) necessario per il superamento delle sfide a cui andremo incontro che, per essere risolte positivamente, necessiteranno di un risultato pari, o superiore, al nostro attuale livello di pericolo.
In aggiunta, durante ogni capitolo avremo anche la possibilità di scovare indizi e raccogliere oggetti di vario tipo. Questi ci potranno tornare utili durante alcune sfide immediate, come anche dopo svariati paragrafi, o perfino in un capitolo successivo – ma potrebbe anche capitare che non ne faremo mai uso.
Ci muoveremo così di carta in carta, cercando di sopravvivere fino alla fine del quinto capitolo e scoprire uno dei possibili finali previsti dal gioco, che potrà variare a seconda delle decisioni che avremo preso o degli oggetti che avremo trovato. 
In caso di morte prematura non preoccupatevi però: verremo riportati alla precedente carta, subendo alcune conseguenze non troppo penalizzanti e potremo così intraprendere un percorso differente e proseguire nella nostra avventura. 

I componenti del gioco si avvicinano molto, dove fattibile, ad un’immagine il più simile possibile simile ai libri della serie: le illustrazioni in bianco e nero che ricordano alla perfezione i disegni che accompagnavano i libri creano un look and feel retrò molto evocativo ed irresistibile che farà piacere ai fan della serie ed ai più nostalgici, ma che potrebbe far storcere un po’ il naso a chi cerca illustrazioni sontuose e dettagliate come si usa nei moderni giochi da tavolo.

Choose Your Own Adventure: House of Danger non è un gioco frenetico né tanto meno impegnativo. Non lo definirei però un filler – specialmente per la sua natura spiccatamente votata al gioco in solitario – quanto, invece, un gioco da estemporanei momenti di relax. Il fatto che anche morendo si viene riportati alla carta precedente, subendo un minimo handicap, è significativo e lo stesso vale per le sfide che, anche quando dovessero essere perse, non bloccano il gioco ma fanno “solo” perdere alcuni elementi – più o meno importanti – che non pregiudicano però il portare a termine l’avventura. Gli errori non si pagano a caro prezzo e i modi per continuare la storia sono diversi.
Tutto è incentrato sul piacere di leggere le carte, fare delle scelte (anche puramente casuali) e seguire l’andamento della partita che, una volta terminata, può essere anche rigiocata facendo scelte differenti per vedere a quale finale si arriva – anche se non si tratta comunque di percorsi particolarmente alternativi.
Il titolo è ovviamente pensato principalmente per tutti i (nostalgici) amanti dei libri Choose Your Own Adventure, che qui ritroveranno tutto quello che hanno sempre apprezzato nella serie, con qualche piccola aggiunta in più che non ne stravolge però le meccaniche.
Diversamente, per chi cerca la profondità e la complessità dei libri game e dei giochi da tavolo più moderni, il rischio di restare quanto meno perplesso è grande.
Lo consiglio?
Si ai primi, ma no ai secondi – ai quali consiglio comunque di dargli una possibilità – anche in virtù del suo prezzo contenuto.

Il gioco è disponibile solo nell’edizione originale americana in lingua inglese ad un prezzo che si aggira intorno ai 25$, o 27€ circa se acquistato tramite i negozi specializzati che effettuano importazione. Il testo è abbondante e la dipendenza dalla lingua è ovviamente abbastanza elevata.

Per finire, pur non essendo particolarmente profondo né tanto meno un masterpieceHouse of Danger riesce comunque ad essere divertente da giocare, a patto però che lo si prenda (ed accetti) per quello che è. 

Pericolo dal passato!


Choose Your Own Adventure:
House of Danger 

designer: Prospero Hall
art: Forrest-Pruzan Creative
publisher: Z-Man Games

durata: 60 – 120 min
età: 10+

2018


About the author

Anders Ge.

Add Comment

By Anders Ge.
un luogo dove si parla di un po’ di cose…

Articoli recenti

Instagram

Get in touch