5 min read

The Marvel Age of Comics 1961-1978. Quando la Casa delle Idee era anche la Casa delle Meraviglie.

Sono stati anni di fermento creativo senza pari. Anni che hanno influenzato la cultura pop, modificandola per sempre.
The Marvel Age of Comics 1961-1978. Quando la Casa delle Idee era anche la Casa delle Meraviglie.

Nel 1961, a novembre, esce il primo numero di Fantastic Four. La cultura pop comincia a trasformarsi, anche grazie alla Marvel e ad i suoi iconici personaggi. Eroi dai poteri straordinari e meravigliosi cominciano ad invadere le pagine dei suoi comics. I già citati Fantastic Four, Spider-Man, Iron Man e The Incredible Hulk e perfino Captain America, risvegliato da vent’anni di ibernazione nei ghiacci dell’Oceano Atlantico del nord (Avengers #04, marzo 1964), sono solo alcuni dei nomi di personaggi che facevano sognare i giovani dei fantastici anni Sessanta. Erano eroi potenti, ma tormentati da problemi che li rendevano più umani e “vicini” all’uomo comune. Alcuni erano persino dall’aspetto mostruoso e considerati dei pericoli pubblici dai più. Affrontavano nemici di pari potenza, dai caratteri complicati e complessi. Negli anni seguenti, tanti altri personaggi, più o meno importanti e popolari, si sono uniti tra le fila degli eroi della Marvel, la Casa delle Idee. Tutti (più o meno) con i propri comprimari, amici e nemici, a formare un cast eterogeneo e vitale.

A sessant’anni di distanza, questi personaggi vivono ancora, più o meno cambiati e adattati ai tempi “moderni”. Continuano ad affrontare le vecchie nemesi d’un tempo, o a combattere contro nuovi nemici, per salvare il passante scippato all’angolo della strada o il pianeta Terra (e a volte anche galassie ed interi universi) da minacce e pericoli inimmaginabili.

Hanno intere linee di giocattoli d’ogni tipo e di vestiario per tutte le età e di tutte le fogge e, grazie al successo dei cinecomics e delle serie televisive a loro dedicati, godono da qualche anno di un rinnovato ed enorme successo planetario.

Con The Marvel Age of Comics 1961-1978, “Rascally” Roy Thomas, esperto scrittore e editorMarvel di lungo corso e a più riprese, ci fa rivivere gli anni più creativi e magnifici della storia del fumetto legata alla Casa delle Idee. Un periodo di geniali trovate ed innovazione del linguaggio fumettistico, che con i suoi personaggi e le loro avventure, ha stravolto e reinventato il fumetto di genere supereroistico.

Roy Thomas divide il libro in tre capitoli: Il mondo non sarebbe più stato lo stesso! La prima ondata (1961-1964), il primo, Make Mine Marvel! L’universo Marvel (1964-1970), il secondo e, infine, il terzo L’Era della Marvel – Fase Due L’alba della Bronze Age (1970-1978). Ogni capitolo è accompagnato da alcuni passaggi scritti dall’autore che forniscono informazioni, alcune note altre meno, aneddoti e dietro le quinte di casa Marvel di quei magici anni (1961-1978), facendoci rivivere i momenti che hanno portato alla creazione di quei personaggi destinati a diventare icone, famose ancora oggi. Sapevate, ad esempio, che Martin Goodman, l’allora editore di Marvel, era convinto che nessuno potesse appassionarsi alle avventure di un ragazzo con i poteri di un ragno, tanto che non pensava di pubblicare Spider-Man dopo il debutto sullo storico ultimo numero della rivista Amazing Fantasy, il 15, datato 1° agosto 1962?

Ma la parte del leone di questo tomo la fanno certamente le immagini che accompagnano i testi di Roy Thomas. Centinaia di illustrazioni originali, tratte dai comics di quegli anni. Tavole complete, foto, matite, una raccolta di alcune delle copertine più iconiche dei fumetti e moltissimo altro ancora, tutte corredate di crediti e spiegazioni sempre pertinenti ed interessanti, che aggiungono ulteriori informazioni ai già appassionati testi dell’autore. Bellissime immagini di Stan "The Man" Lee, JackKingKirby, “ShySteve Ditko, "Mirthful" Marie Severin, John "Ring-A-Ding" Romita, Sr., "Jaunty" Jim Steranko, il Michelangelo dei comics “BigJohn Buscema e una serie di altre leggende dell’illustrazione e della scrittura, di un’epoca che, con i fumetti, stava rivoluzionando e profondamente cambiando, la cultura pop.

Personalmente mi piacerebbe (e spererei) fosse pubblicato anche un volume, di pari qualità, che andasse a coprire dal 1979 fino più o meno agli anni Novanta, la fine della Copper Age (l’Età del Rame) dei comics di genere.

The Marvel Age of Comics 1961-1978, è a tutti gli effetti di un capolavoro visivo, corredato da ottimi ed interessanti testi, che ci porta attraverso la Silver Age fino ai primi anni della Bronze Agedei comics di genere di casa Marvel.

Roy Thomas mette perfettamente a frutto tutta la sua esperienza e la conoscenza della Casa delle idee confezionando un libro che si posiziona tra il portfolio di vari autori e il saggio “leggero”, capace di accontentare tutti. I più esperti ed esigenti, probabilmente nei testi troveranno poche notizie inedite (o anche nessuna), ma avranno a disposizione una raccolta unica e incredibile di immagini stampate in alta definizione, che difficilmente possono essere trovate (tutte insieme) in altre pubblicazioni. Di contro, invece, i neofiti o i “semplici” appassionati, oltre alle centinaia di illustrazioni, potranno godere anche di una quantità di aneddoti, informazioni e altro ancora, molto interessanti e spesso (ai più) sconosciute.

Un volume imperdibile per qualsiasi amante dei comics supereroistico, ma che non dovrebbe mancare neanche a chi ama il fumetto in genere, anche “solo” per l’importanza e lo splendore di quello che ci si trova stampato. Tra l’altro ad un prezzo decisamente contenuto e conveniente, con un rapporto qualità/prezzo incredibile per la grande qualità del prodotto, che non da scusanti per non averlo, neanche sotto il punto di vista economico.

ASSOLUTAMENTE ESSENZIALE!


Il volume è disponibile in due versioni: una del 2017 in grande formato (23,8 x 32,4 cm), 400 pagine al costo di 40,00 € e una “tascabile” (15,6 x 21,7 cm) del 2020, facente parte delle 40th Anniversary Edition (le Edizioni per il 40mo Anniversario della casa editrice), con 512 pagine al costo di 20,00 €. Entrambe le edizioni sono Hardcover, con sovraccoperta argentata. La versione recensita è quella del 40mo Anniversario ed è totalmente in italiano, ma anche quella del 2017, in grande formato, dovrebbe essere tradotta. Il condizionale è d’obbligo perché non ho avuto modo di vederla, ma entrambe sono vendute come Edizione Italiana.

The Marvel Age of Comics 1961-1978
(40th Anniversary Edition)
(versione recensita)

autore: Roy Thomas

Taschen
cartonato
colore
sovraccoperta
pag. 512
15,6 x 21,7 cm
2020


prima edizione

cartonato
colore
sovraccoperta
pag. 400
23,8 x 32,4 cm
2017